ULTIME NOTIZIE
loading...
loading...

Uno studio sulla SALUTE tenuto nascosto per oltre 30 anni. Diffondiamolo noi.

Condivisioni 23

Prevenire i tumori, allungare la vita fino a 120 anni, curare malattie neurodegenerative, non è stato mai così facile.

La Melatonina Zinco-Selenio Pierpaoli prende spunto da osservazioni scientifiche emerse e maturate durante 35 anni di ricerche e studi clinici effettuati dal Prof. Pierpaoli ed è stata sviluppata con una mirata selezione e combinazione di PRINCIPI ATTIVI ed ECCIPIENTI allo scopo di ottenere un rilascio tra la 1 e le 3 del mattino e di riprodurre nell’organismo quel tipo di picco notturno della Melatonina prodotta dalla Ghiandola Pineale tra la 1 e le 3 del mattino, che imiti perfettamente il picco notturno fisiologico tipico dell’età giovanile.

MELATONINA: è prodotta di notte dalla ghiandola pineale, che è responsabile del picco melatonico notturno tra la 1 e le 3 della notte. Il picco di Melatonina notturno dà inizio a una sequenza di effetti che mantengono il corpo sincronizzato con la ciclicità fisiologica degli ormoni e delle cellule. La Melatonina notturna circadiana mantiene la sincronizzazione giorno-notte (circadiana) dell’intero sistema ormonale che regola strettamente le funzioni metaboliche naturali. È necessaria nella sincronizzazione dei cicli fisiologici dell’organismo e può risultare utile per favorire un corretto ritmo sonno-veglia.

SELENIO: l’agricoltura moderna e le nuove abitudini alimentari hanno drammatica- mente ridotto l’assunzione quotidiana di selenio. Il selenio é essenziale perché possa svolgersi la reazione enzimatica responsabile della sintesi del glutatione, una potente molecola fisiologica che costantemente protegge il corpo dai danni ossidativi. Il selenio è un minerale molto importante per gli esseri viventi. E’ coinvolto nel metabolismo degli ormoni tiroidei; contribuisce ad aumentare le difese immunitarie, aumentando la produzione di anticorpi, e inibendo anomalie di crescita cellulare. Protegge tutte le cellule, i globuli rossi e le membrane cellulari dai radicali liberi. Il selenio, insieme ad altri enzimi, svolge una funzione antiossidante a livello delle membrane e delle cellule. In studi clinici si è rivelato fondamentale per prevenire e curare l’ipertrofia prostatica tipica dell’uomo in invecchiamento.

ZINCO: è un componente essenziale per più di 200 enzimi ed è uno dei più impor- tanti oligoelementi minerali del corpo. È un potente antiossidante, quindi protegge le cellule dall’invecchiamento, è presente in tutte le cellule del nostro organismo. E’ quindi indispensabile in importanti processi quali: metabolismo delle proteine, degli acidi nucleici, dei carboidrati, nell’attivazione di numerose vitamine, man- tiene in buona salute la vista e protegge dall’insorgere di malattie quali la cecità crepuscolare e la degenerazione maculare. Ha una funzione protettiva della pelle e stimola la rigenerazione dei tessuti nelle ferite e nelle ustioni, è uno dei regolatori dell’insulina e quindi viene utilizzato nella cura del diabete. Stimola la buona funzionalità del sistema immunitario. La carenza di questo elemento può portare ad una maggiore esposizione alle infezioni, difficoltà delle ferite a rimarginare, senso di stanchezza e minor capacità di concentrazione. Nel corso dell’invecchiamento, esso non viene assorbito a sufficienza dall’intestino e costituisce un sicuro indice della senescenza. Deve quindi essere integrato nella dieta per evitare una grave alterazione dell’immunità.

Per questa ragione nella Melatonina Zinco-Selenio le tre fondamentali molecole anti- invecchiamento sono riunite in un’unica combinazione sinergica, studiata affinché conferisca al sistema metabolico e immunobiologico di chi la ingerisce il massimo effetto benefico.

Fonte: rpierpaoli.com


Loading...
Condivisioni 23

Lascia il tuo commento:

commenti