ULTIME NOTIZIE
loading...
loading...

Siete sicuri che le vostre gengive siano sane? Ecco come saperlo e cosa fare in caso di gengive ritirare.

280
Condivisioni Totali

La retrazione gengivale si verifica quando il tessuto della gengiva attorno ai denti si corrode e le gengive retrocedono all’indietro.

Quando questo si verifica la superficie del dente o dei denti, se si parla di una parte gengivale più estesa, è più esposta e visibile. Quando le gengive risalgono, lo spazio tra la linea della gengiva e i denti aumenta ed è proprio quello spazio ideale alla proliferazione batterica.

Un altro problema che può accadere è che l’esposizione della radice del dente può portare estremo dolore e sensibilità. Inoltre questo avrà un’influenza negativa sulla struttura ossea e nel peggiore dei casi può portare la perdita del dente.

retrazione-gengivale

I sintomi

La retrazione gengivale è un problema molto comune e la maggior parte delle persone che ne soffrono spesso non notano il problema. Il motivo è perché il processo è lento e avviene gradualmente. Ricordati di controllare abitualmente le gengive dei tuoi denti, soprattutto, se sono diventate più sensibili. Questo è uno dei primi segni. Un altro indicatore è la dimensione dei tuoi denti: se è più grande di prima, allora hai bisogno di fare un controllo, perché questo è un segno di recessione gengivale.

Altri sintomi possono essere:

  • dolore, mal di denti
  • denti più grandi di prima
  • sensibilità dei denti

Quali sono le cause della retrazione gengivale?

La causa potrebbe essere una malattia della gengiva, ma altri motivi potrebbero essere:

  1. Malattie parodontali. Ciò significa infezione batterica nelle gengive. Esse causano danni alle gengive e alla struttura ossea di sostegno al dente, seguita da altri problemi.
  2. Mancanza di igiene orale. Se salti la quotidiana pulizia dei denti e il passaggio del filo interdentale potrebbe verificarsi la formazione di placca con la successiva trasformazione in tartaro. Questo può portare al calcolo che è una sostanza dura che porta alla recessione gengivale.
  3. Spazzolatura aggressiva. E’ l’esatto contrario di lavarsi i denti su base regolare. Se ti lavi i denti in modo aggressivo distruggerai lo smalto sui denti e questo porterà alla recessione gengivale.
  4. Malattie genetiche. In questo caso non si può cambiare molto sul problema.
  5. Uno squilibrio ormonale può portare alla recessione gengivale. Questo può essere un grande problema, soprattutto tra le donne. Questi cambiamenti portano a gengive più vulnerabili e sensibili.
  6. Il fumo è un’altra causa della recessione gengivale. Oltre a provocare molte altre malattie come le malattie polmonari e il cancro, può anche essere la causa di retrazione gengivale. Le persone che consumano tabacco, in qualsiasi forma, possono avere la formazione di placca sui denti molto più facilmente e questo può portare alla recessione gengivale.
  7. Stringere, serrare e digrignare i denti, questo li metterà a dura prova e potrà causare recessione gengivale. Usare la forza mentre si mangia può causare lo stesso problema.
  8. Questo è un motivo strano, ma il piercing sulla lingua o sulle labbra può portare allo stesso problema.

Come trattare la retrazione gengivale

Se si prende in tempo il problema della recessione gengivale, il medico potrà trattarlo sia con la pianificazione della radice che con il ridimensionamento del dente. Il medico rimuoverà in modo sicuro il calcolo o la placca dai tuoi denti e la superficie sotto la linea della gengiva. Nel caso in cui non si prendesse in tempo il problema, potrebbe essere necessario fare un intervento chirurgico sulle gengive, al fine di riparare il danno. Alcuni degli interventi chirurgici possono essere: la rigenerazione del tessuto perso o dell’osso, la riduzione di profondità, innesti di tessuto, etc. Se preferisci evitare questi fastidiosi e molto spesso costosi interventi chirurgici è possibile utilizzare alcuni dei rimedi fatti in casa in questo articolo. Ma ricordati di consultare il tuo medico se hai una grave infezione, perché è necessario sapere quanto in profondità sono andati i batteri. In questo caso, questo passo non deve essere evitato. Se il problema non è così grave, allora ti basterà utilizzare questi rimedi fatti in casa. Con il loro utilizzo ed una corretta igiene orale potrai far ricrescere le tue gengive ritirate.

Come si può stimolare la ricrescita delle gengive?

Le gengive sono tessuti molli. Essi coprono i denti per proteggerli e farli rimanere al loro posto e coprono anche la radice dei denti. Se hai un problema con la retrazione gengivale la cosa fondamentale è che tu abbia una buona igiene orale e usi una (o più) di queste ricette per far crescere nuovamente la tua gengiva ritirata.

Ecco alcune ricette fai-da-te da preparare in casa per stimolare la ricrescita delle gengive:

Queste sono alcune ricette da fare in casa che richiedono l’utilizzo di semplici ingredienti quali erbe e spezie.

Tè verde

Il tè verde ha una grande varietà di benefici per la salute. E’ ricco di antiossidanti che combattono i radicali liberi e che aiutano a contrastare la malattia parodontale, che può portare alla recessione gengivale. Le catechine, antiossidanti contenuti nel tè verde, aiutano a distruggere qualsiasi malattia parodontale. Questo antiossidante può rafforzare il collegamento tra i denti e le gengive. Le sue proprietà antinfiammatorie abbasseranno il gonfiore delle gengive che causano le malattie orali.

Aloe Vera

Ecco un altro ingrediente che può aiutarti a risolvere il tuo problema gengivale. L’Aloe Vera, infatti, ha moltissimi benefici per la salute e la maggior parte di loro hanno proprio a che fare con i problemi della pelle. La ragione è che l’aloe vera ha molte proprietà anti-infiammatorie e capacità di riparazione. In caso di recessione gengivale, l’aloe vera combatterà l’infiammazione agendo sulle cellule che sono molto importanti per la riparazione dei tessuti. Si eviteranno altre infezioni, grazie alle sue proprietà antibatteriche.

Ci sono 2 modi:

Il primo è quello di utilizzare il gel di aloe vera per la spazzolatura. Una volta che ti sei lavato e spazzolato i denti con il tuo normale dentifricio, metti un po’ di gel di aloe vera e spazzola ancora una volta i denti e le gengive. Questa operazione dovrebbe durare da 3 a 5 minuti circa. Poi risciacqua abbondantemente la bocca.

Il secondo è quello di usarlo come colluttorio. Ancora una volta dopo aver lavato i denti prendi un po’ di gel di aloe vera e scioglilo in acqua. La consistenza dovrebbe essere tale da poter eseguire dei gargarismi in bocca. Esegui questa operazione ogni giorno dopo la spazzolatura.

Oil Pulling

Uno dei trattamenti più efficaci per la recessione delle gengive è l’oil pulling. Aiuta a trattare anche altre patologie orali ed è conosciuto soprattutto per la guarigione della cavità orale. L’olio di sesamo ha molti benefici per la salute e straordinarie proprietà anti-infiammatorie. Eseguendo giornalmente l’oil pulling si può ridurre la formazione della placca e distruggere le tossine presenti nella cavità orale. L’olio di sesamo formerà uno strato protettivo sopra i denti e ridurrà la formazione della placca. È inoltre possibile utilizzare questo metodo per migliorare l’assorbimento dei nutrienti sani nel tuo corpo.

Come si usa: Prendi l’olio di sesamo e riscaldalo, ma fai attenzione a non surriscaldare l’olio. Hai solo bisogno di scaldarlo. Poi lavati i denti e prendi un po’ di olio di sesamo in bocca. Esegui dei gargarismi all’interno della bocca. Fai questo per pochi minuti. Se non hai familiarità con questo processo puoi iniziare eseguendolo per 30 secondi fino a 1 minuto, e una volta che ti sarai abituato alla procedura aumenta il tempo. L’obiettivo è di arrivare ad eseguirlo per 15-20 minuti.

Altri modi dell’Oil Pulling

È inoltre possibile utilizzare l’olio di cocco per eseguire l’oil pulling. Esso contribuirà a ridurre le probabilità di contrarre infezioni che, come abbiamo visto, può essere la causa della recessione gengivale. L’olio di cocco guarisce la cavità e previene le carie, ed è un ingrediente efficace per il trattamento della retrazione gengivale.

Come si usa: E’ meglio se si utilizza olio di cocco biologico. Lavati i denti, poi prendi un po’ di olio di cocco e usalo come colluttorio. Ancora una volta esegui questo metodo per 1-2 minuti e aumenta gradualmente. L’obiettivo è di arrivare ad eseguirlo per 15-20 minuti al giorno. Questa operazione stimola in maniera molto efficace la crescita delle gengive e impedisce la formazione dei batteri all’interno della cavità orale.

Eucalipto

L’eucalipto contiene oli essenziali che hanno molti benefici per la salute. E’ noto infatti che gli oli essenziali, siano più forti ed efficaci dell’erba stessa. Questo è ovvio dal momento che per ogni metodo curativo basta utilizzare solo poche gocce diolio essenziale. L’olio essenziale di eucalipto può distruggere i germi e i batteri che vivono in bocca. Il suo utilizzo ti proteggerà da eventuali malattie orali. Ha molte proprietà anti-infiammatorie e aiuta a ridurre il gonfiore nelle gengive. Ricordati di diluire l’olio essenziale prima di metterlo sulle gengive. E’ davvero forte!

Come si usa: 1 o 2 gocce di olio essenziale di eucalipto con 1 o 2 cucchiai di acqua. Diluisci l’olio essenziale in acqua e immergi il tuo spazzolino da denti o il dito nell’olio. Applica sulle gengive e massaggia delicatamente, poi lava la bocca con acqua. Questo stimolerà la crescita di nuovo tessuto gengivale ed eviterai la recessione gengivale.

Mirra

È possibile ottenere la resina dall’albero di mirra. Tale resina viene utilizzata per la cura e il trattamento di diverse malattie delle gengive e della bocca. Arresterà la recessione delle gengive e impedirà ulteriori danni.

Come si usa: Utilizza la mirra in polvere. Se hai della resina di mirra, puoi renderla polvere schiacciandola. Combina la polvere di mirra con acqua e mescola fino a formare una pasta. Applica sulle gengive e massaggia bene. Questa operazione dovrebbe durare un paio di minuti e, se preferisci, puoi usare uno spazzolino da denti per completare questo metodo.

Olio di chiodi di garofano

Uno degli usi più comuni dell’olio di chiodi di garofano è prevenire il mal di denti. Molte persone non hanno familiarità con le proprietà disinfettanti dei chiodi di garofano. Può aiutare a distruggere i germi e i batteri in bocca e combatterà ogni malattia orale. Ha proprietà anti-infiammatorie e può ridurre il gonfiore delle gengive. Al fine di combattere la malattia parodontale è necessario ridurre l’infiammazione. Se si tenta di masticare uno spicchio potrai godere di un effetto paralizzante. Dopo ogni pasto mastica un chiodo di garofano. Ricordati che l’olio di chiodi di garofano deve toccare ogni lato della bocca. Questo servirà anche per combattere i problemi di alito pesante. Se puoi cerca di utilizzare l’olio di chiodi di garofano, in quanto è più efficace del semplice masticare un chiodo di garofano.

Come si usa: Prendi 1-2 gocce di olio di chiodi di garofano e massaggia le gengive. Esegui questo metodo da una a tre volte al giorno. Precauzione: in caso di utilizzo di farmaci coagulanti, si prega di consultare il proprio medico prima di utilizzare questo metodo.

Limone

I limoni sono noti per le loro proprietà antisettiche e antibatteriche. Il limone può stimolare la crescita gengivale, inoltre combatte l’alito cattivo. I limoni sono un alimento acido, pertanto ricordati di non abusarne per non distruggere lo smalto dei tuoi denti. Non utilizzare l’olio di limone ogni giorno! Usalo una sola volta alla settimana. Se vuoi puoi prepararti tu stesso dell’olio di limone fatto in casa.

Come preparare l’Olio di Limone

Ingredienti:

  • da ¼ a ½ tazza di olio d’oliva
  • da ½ a 1 limone appena spremuto

Procedimento:

Mettere l’olio d’oliva in un barattolo e aggiungi il succo di limone. Copri bene e agita. Lascia il composto a decantare per un paio di settimane. Ricordati di scuotere il vaso ogni giorno. Dopo tre o quattro settimane è possibile utilizzare l’olio.

Come si usa: Applica po’ di olio di limone sulle dita e massaggia le gengive per un paio di minuti. Esegui questa operazione non più di 2 volte in una settimana.

Consigli per prevenire la recessione gengivale

Questo tipo di problema è meglio prevenirlo, piuttosto che curarlo. Se ti stai accorgendo di avere un problema di recessione gengivale, allora è arrivato il momento di prendere alcune precauzioni. In questo modo eviterai di contrarre altre malattie orali. Ecco alcuni suggerimenti che possono aiutarti a prenderti una maggior cura delle gengive e della bocca.

Una corretta igiene orale

Questo è uno dei più importanti suggerimenti. Infatti, una corretta igiene orale manterrà la tua cavità orale lontano dalle malattie.

Ricorda:

  • Non eseguire una spazzolatura aggressiva.
  • Utilizza movimenti delicati e movimenti circolari, non spingere le gengive.
  • Utilizza uno spazzolino con testa piccola e setole morbide.
  • Il modo migliore per mantenere una buona igiene orale è l’utilizzo del filo interdentale e dello spazzolino dopo ogni pasto.
  • Se non riesci a farlo, allora dopo ogni pasto utilizza un collutorio naturale.

Collutorio per una bocca pulita

Se utilizzi giornalmente un collutorio allora la tua bocca sarà priva di batteri e germi.

Se non desideri utilizzare i comuni collutori che si trovano sul mercato, ecco alcune ricette per preparare un collutorio fatto in casa.

Essi sono realizzati con alcuni oli essenziali.

  • Mescola 1 o 2 gocce di olio essenziale, come l’olio di salvia, menta piperita, chiodi di garofano o olio di tea tree e mescola con un ¼-½ tazza di acqua. Mescola bene e usalo ogni giorno.
  • Un altro buon modo per proteggere la bocca dalle infezioni è il perossido di idrogeno (acqua ossigenata). È molto forte quindi ricordati di diluirla con acqua.

Ricordati che l’utilizzo di un collutorio è molto importante! Utilizzalo almeno 2 volte al giorno: al mattino e alla sera.

Acqua, acqua e acqua

Sappiamo tutti che l’acqua è molto importante e bere molto può aiutare a mantenere le gengive sane. Ecco alcune ragioni per cui dovresti bere più acqua per mantenere le gengive sane:

  • sbarazzarti delle tossine dalla bocca e dal tuo corpo. Potrai eliminare germi e batteri, ed eviterai la recessione gengivale.
  • Potrai tenere la bocca pulita. Se non ti è lavarti i denti dopo ogni pasto è possibile utilizzare l’acqua per pulire qualsiasi residuo di cibo venga lasciato sui denti e in bocca. Esegui dei gargarismi all’interno della bocca e se non ti è possibile sputare l’acqua puoi inghiottirla.

Mangia cibo sano

Il cibo sano e pieno di sostanze nutritive può migliorare la tua salute generale e rafforzare il sistema immunitario. D’altra parte, il cibo spazzatura aiuterà la proliferazione dei batteri in bocca e portare molte infezioni:

  • Mangia molta frutta e verdura cruda. Solitamente si consiglia quella ricca di vitamina C, perché è una vitamina molto importante per le gengive. Puoi ridurre l’infiammazione e aiutare nella rigenerazione delle gengive. Mangia molta ananas, fragole, arance, cavolfiori, asparagi, broccoli, asparagi, etc.
  • Riduci l’assunzione di zucchero ed evita bevande fredde. Sono la casa perfetta per i batteri.
  • Non consumare alcol, alimenti trasformati, caffeina e tutto ciò che è fatto con farina raffinata. Questi alimenti sono dannosi per la vostra salute in generale, nonché per la tua salute orale.

Consulta il tuo medico per altri eventuali consigli

Se il tuo corpo non ha tutte le importanti sostanze nutritive questo può comportare problemi orali e gengivali. Al fine di cambiare la situazione è necessario consultare il tuo medico e scoprire se è necessario aumentare l’assunzione di vitamine o altre sostanze nutritive importanti. I seguenti suggerimenti possono aiutarti a prevenire il problema della retrazione gengivale:

  • Calcio: è molto importante per la salute dei denti e delle ossa.
  • Vitamina C: rinforza il sistema immunitario ed ha molte proprietà anti-infiammatorie.
  • Ginkgo biloba: esso permetterà di migliorare la circolazione del sangue, che è cruciale per avere delle gengive sane.
  • Zinco: stimola il sistema immunitario e aiuta a combattere i batteri che possono causare infezioni e malattie orali.
  • Coenzume Q10: rinnova le cellule e aiuta nella crescita delle gengive ritirate.

280
Condivisioni Totali

Loading...

Lascia il tuo commento:

commenti