RAGGI, IL SUPER-TRAPPOLONE A CENA: COME SI TENTA DI INCASTRARE LA NEO-SINDACO DI ROMA

loading...

231
Condivisioni Totali

Olimpiadi sì oppure no? Una prima pelosissima gatta da pelare, per la sindachessa Raggi Virginia.

A turbare le prime notti al Campidoglio della grillina, ora, ci si mette anche il Cio, che – Mario Pescante in testa – ha convocato la Virginia titubante all’inaugurazione dei giochi Olimpici di Rio, data 3 agosto prossimo venturo. Nel dettaglio, la Raggi è stata invitata alla cerimonia di inaugurazione di Casa Italia nella capitale carioca, una cena con la squadra olimpica tutta azzurra. Un tranello, una sorta di trappolone alla sindaca “gialla”: se andasse in Brazil, va da sé, sarebbe (quasi) come dire sì alla Fiaccola a Roma.

Il punto, lo si ricorda in breve, è che la neo-sindachessa (termine che forse piacerà il giusto alla Boldrini, meglio “sindaca”), in campagna elettorale disse mai, “vade retro”, le Olimpiadi a Roma non le voglio ché portano solo malaffare e sperperi. Poi, però, la posizione si è via via moderata, fino a sfumare in una indecifrabile ambiguità: cosa vuole fare, la signora Raggi? Staremo a vedere. Così come staremo a vedere se a quella cena carioca presenzierà oppure no: se rifiutasse il convivio, al contrario, quella della Raggi sarebbe una rottura pressoché definitiva con chi le Olimpiadi capitoline le vuole, le propone e in parte le organizza, il Cio di Pescante, appunto. (Fonte)


231
Condivisioni Totali



Loading...

Lascia il tuo commento:

commenti