Quella sindrome provocata dai genitori: voi lo fate per gioco, ma può essere mortale. Ecco perché…

loading...

L’attenzione che dobbiamo rivolgere ai giochi che effettuiamo con i nostri bambini è davvero importante. Ad esempio, il classico gioco che consiste nel gettarlo in aria per poi riprenderlo, non è solo pericoloso, ma può essere anche mortale.

Si pregano i lettori di diffondere queste importanti informazioni per informare più genitori nel più breve tempo possibile. Salviamo i bambini da questi “giochi” deficienti.

Questo gioco, una pratica molto comune, può provocare lesioni serie, capaci di provocare nel bambino disabilità anche permanenti. La causa che scatena queste lesioni è il movimento violento e deciso del loro corpicino, che può coinvolgere sopratutto la testa.

I bambini con un’età inferiore ai 12 mesi sono particolarmente vulnerabili a questo tipo di lesioni. Il cervello è molto fragile, i muscoli del collo ancora non forti, e questi movimenti bruschi della testa, che il bambino stesso non può controllare, portano il cervello a sbattere contro le pareti del cranio.
Ciò provoca danni ai vasi sanguigni, e addirittura un accumulo di sangue nella testa: entrambi problemi che possono portare a danni irreparabili, anche alla morte.

Lesioni e disabilità della sindrome del bambino scosso: cecità, paralisi cerebrale, difficoltà i parola o di apprendimento, perdita dell’udito, danni cerebrali, convulsioni, lesioni al midollo osseo, attacchi epilettici, disabilità motorie gravi, morte.

Un gioco che potrebbe sembrare innocente e divertente, in realtà sottopone il bambino a rischi davvero gravi.

Si pregano i lettori di diffondere queste importanti informazioni per informare più genitori nel più breve tempo possibile. Salviamo i bambini da questi “giochi” deficienti.


Loading...

Lascia il tuo commento:

commenti