ULTIME NOTIZIE

Nei GUAI migliaia di italiani: quando vi squilla il telefono, non rispondete ai numeri che seguono:

Condivisioni 3K

Da qualche ora il presidente dello “Sportello dei Diritti” Giovanni D’Agata ha messo in allerta tutti gli utenti su una serie di numeri di telefono a cui non bisogna assolutamente rispondere. Per far sparire queste truffe bisogna condividere per riuscire ad informare nel più breve tempo possibile amici, parenti e conoscenti, insomma, tutta la nostra popolazione.

Come spiegato nella nota, la minaccia può presentarsi sotto forma di chiamata o messaggio di testo e consente ai truffatori di copiare l’elenco dei contatti in pochi istanti, alla ricerca di informazioni utili come i dati del conto in banca o i dati della carta di credito.

Tra i numeri segnalati dallo “Sportello dei Diritti” figurano i numeri:

+375602605281;

+37127913091;

+37178565072;

+56322553736;

+37052529259;

+255901130460

e qualsiasi altro numero che inizi con +375, +371, +381 e +255 del quale si ignora il mittente.

Il presidente D’Agata consiglia di non richiamare assolutamente questi numeri: “Potrebbero copiare l’elenco dei vostri contatti in pochissimi secondi. Se avete dati sensibili come quelli del conto banca o i dati della carta di credito sul telefono, con una semplice risposta al telefono, potrebbero essere clonati ed utilizzati in tempi rapidi, con il rischio di vedersi prosciugato il conto o azzerata la carta di credito o prepagata”.

I prefissi dei numeri truffa:

+375 Bielorussia;
+371 Lettonia;
+381 Serbia;
+ 563- Valparaiso;
+ 370- Lituania;
+ 255- Tanzania.

Inoltre come spiegato nella nota diffusa nella giornata di oggi dallo “Sportello dei Diritti”, non bisogna assolutamente premere le seguenti sequenze alfanumeriche # 90 o # 09 sul vostro cellulare poiché potrebbero consentire all’interlocutore di accedere alla scheda SIM, effettuare chiamate a vostre spese e farvi incorrere in problemi con la giustizia. A rendere ancora più complicata la vicenda il fatto che la provenienza dall’estero dei malintenzionati rende le indagini ancora più complicate per le forze dell’ordine, rendendo difficile individuare i colpevoli.

Per far sparire queste truffe bisogna condividere per riuscire ad informare nel più breve tempo possibile amici, parenti e conoscenti, insomma, tutta la nostra popolazione.


Loading...
Condivisioni 3K

Lascia il tuo commento:

commenti