ULTIME NOTIZIE
loading...
loading...

Libia: 270.000 migranti pronti a fiondarsi in Italia. A lanciare l’allarme è l’inviato Onu per la Libia, Martin Kobler.

Condivisioni 7

L’inviato delle Nazioni Unite: “Vivono abbandonati a sé stessi e sono potenziali vittime dei trafficanti di esseri umani che con ogni mezzo li spingono” verso il nostro Paese

A sei anni dalla caduta del regime di Muammar Ghedddafi il caos continua a regnare sovrano in Libia dove “oltre 2,4 milione di persone hanno bisogno di assistenza umanitaria” in una crisi che si aggrava sempre più. A lanciare l’allarme è l’inviato Onu per la Libia, Martin Kobler lamentando come “manchino medicine, vaccini ed i servizi ospedalieri siano pessimi.

Oltre 300.000 bambini non vanno a scuola e quasi 350.000 libici sono sfollati nel Paese” Kobler ha poi segnalato l’altra emergenza, che riguarda in direttamente l’Italia: gli oltre 270.000 migranti che vivono abbandonati a sé stessi in Libia e potenziali vittime dei trafficanti di esseri umani che con ogni mezzo li spingono verso il nostro Paese.


Loading...
Condivisioni 7

Lascia il tuo commento:

commenti