ULTIME NOTIZIE
loading...
loading...

FARE BENZINA A 1 CENTESIMO A LITRO. ECCO IL POSTO DOVE RIEMPIRE IL SERBATOIO E’ UN OTTIMO AFFARE!

145
Condivisioni Totali

L’Italia non è certo il posto migliore dove fare il pieno: nella classifica stilata da globalpetrolprices.com siamo il sesto Paese più caro del mondo quanto a erogazione di benzina e gasolio, con un prezzo che oscilla tra gli 1,43 e 1,63 euro al litro.

Capovolgendo la piramide, vediamo quali sono invece le 10 nazioni in cui riempire il serbatoio è un ottimo affare. Al decimo posto si piazzano a braccetto Iran, settimo produttore internazionale di petrolio, e Turkmenistan, in grande via di sviluppo: 0,30 euro al litro.

Nono posto per Ecuador e Oman, dove in ambedue i Paesi la benzina costa 0,28 euro al litro: gli arabi, che nel 2014 hanno venduto 138.600 automobili, sono i fornitori ufficiali di greggio dei centramericani, che però non vanno altrettanto forte con il mercato delle quattro ruote. Ottavo Trinidad e Tobago: nella repubblica caraibica sono state messe sul mercato solo 6.300 vetture nel 2014, un dato deludente che trova consolazione nel prezzo della benzina e del diesel: 0,26 euro al litro.

Settimi Bahrein ed Egitto: nonostante i faraoni generino una quantità di petrolio 10 volte superiore rispetto agli sceicchi, il carburante viaggia a una tariffa base per entrambi di circa 0,21 euro. Al sesto posto Qatar e Brunei: qui le supercar in stile Fast & Furious 7 schizzano a 0,20 euro al litro. Quinti Algeria e Iran: il Pil non brilla in nessuno dei due Paesi, ma il gasolio resta fisso a 0,19. Quarto il Kuwait: l’undicesimo distributore mondiale di oro nero mette pressione agli altri stati arabi con un prezzo stracciato di 0,12. Medaglia di bronzo per l’Arabia Saudita, che non è più il principale pozzo petrolifero del pianeta perché gli Stati Uniti stanno succhiando dal deserto come cannucce, e la Libia: 0,16. Al primo posto il Venezuela, dove il carburante è praticamente gratis: un litro vale un centesimo.

145
Condivisioni Totali

Loading...

Lascia il tuo commento:

commenti