ULTIME NOTIZIE
loading...
loading...

Arriva la batteria usa e getta a IDROGENO, ecco quanto costa e quanti giorni dura.

78
Condivisioni Totali

A idearla la società britannica Intelligence Energy. Vediamo come funziona, quando arriverà e quanto costa

Finalmente un’invenzione che potrebbe risolvere l’annoso problema delle batterie degli smartphone che durano pochissimo. A idearla la società britannica Intelligence Energy

Con gli smartphone ormai facciamo di tutto. Forse, paradossalmente, sempre meno, ciò che non facciamo con essi è proprio telefonare. Chattiamo, navighiamo su internet, li usiamo come navigatori, come fotocamera, videocamera. Siamo incollati ad essi per diverse ore al giorno, finché batteria non ci separi. Già, la batteria. Unica pecca di questi portenti tecnologici, dato che la loro durata è sproporzionata a quella dell’utilizzo del dispositivo. Certo, sono arrivati sul mercato rimedi come i caricabatterie portatili, che ricaricano lo smartphone abbastanza velocemente, dando loro altra autonomia. Ma in pochi li utilizzano, forse anche ignari della loro esistenza. Ma buone nuove ci giungono dalla Intelligence Energy.

A risolvere l’annoso problema della batteria che dura poco ci ha pensato una società britannica, la Intelligence Energy, la quale ha ideato una batteria per smartphone in grado di durare una settimana intera. Già, avete letto bene. Proprio sette giorni, come i vostri cari vecchi telefoni. Vediamo come funziona.

L’invenzione consiste un’innovativa batteria ricaricabile in grado di sfruttare idrogeno e ossigeno per creare energia, rilasciando come materiali di scarto acqua e calore. E il colosso dei dispositivi mobile, la Apple, ha già contattato l’Intelligence Energy al fine di immetterlo sul mercato. Infatti si tratta ancora di un prototipo, una sorta di modello di iPhone 6, dotato di un’innovativa e stupefacente batteria a cella combustibile.

Ma come tutte le cose, ha i suoi contro. Ovvero le dimensioni. Infatti, stando alle recensioni degli esperti, questa tecnologia è dotata di due microscopiche ventole, capaci di ridurre il calore generato dalla combustione e che servono per allontanare il vapore acqueo che si forma. Esse hanno dimensioni notevoli, difficili da trasportare in una tasca o perfino in una borsa. La Apple è già riuscita però in qualcosa di simile con l’ultimo iPhone 6, dato che la cella combustibile, insieme ad una presa cuffie, in grado di fare il pieno di idrogeno, è stato comunque inglobato nel dispositivo.

A parte le dimensioni del prototipo, che si spera possano essere ridotte, buone notizie arrivano sul fronte del prezzo. Stando a quanto dichiarato dalla Intelligence Energy la batteria costerebbe sui due o tre euro, ma occorre dire che sarà usa e getta. Pertanto, dopo la settimana di utilizzo, dovrà essere buttato e occorrerà acquistarne uno nuovo. Dunque, può essere utile per chi sa di dover fare un viaggio di una settimana e starà in giro per tutta la giornata.

Quanto ai tempi di arrivo, la batteria della Intelligence Energy potrebbe arrivare sul mercato entro un paio di anni. dipenderà da Apple e dalla sua volontà di investire. Aspettiamo e…speriamo.

FONTE

78
Condivisioni Totali

Loading...

Lascia il tuo commento:

commenti