Arriva GELO siberiano e durerà fino ai primi di Marzo, poi la grande nevicata. Le regioni più colpite:

loading...

Durerà fino ai primi di Marzo marzo la vasta massa d’aria gelida continentale che, dalla Siberia, si dirigerà sull’Europa centrale e il Mediterraneo, il tutto conseguenza degli imponenti “movimenti” in atto fra troposfera e stratosfera. La variabile ancora aperta riguarda la traiettoria del “nocciolo”: più a Nord delle Alpi, sulla Germania e la Francia, o anche a latitudine più bassa e quindi sull’Italia.

Vedremo nei prossimi giorni perché le elaborazioni dei vari centri meteo internazionali ancora divergono. Alcuni ci danno obiettivo pieno del gelo, ponendo sulla Liguria, a quota 1500 metri circa, addirittura valori fino a 15° sotto zero. Questo significherebbe lo zero termico a livello del mare con la concreta possibilità, quando arriveranno flussi più umidi e miti, di un mega nevicata anche sulla costa, ai livelli del 31 dicembre 1996 o del 3 marzo 2005, precipitazioni che hanno fatto storia a Genova. Cosa che potrebbe accadere tra lunedì 26 e mercoledì 28 e per la quale sarà bene che a tutti i livelli ci si cominci ad organizzare per non farsi trovare impreparati.La discesa delle temperature è già avvertibile, non dovuta al freddo delle steppe russe, in questo momento, ma a normali correnti da Nord-Nord Est, col vento che accentua la sensazione di freddo sulla pelle. Poche nuvole martedì 20 e mercoledì 21 sulla Liguria, accentuata copertura giovedì con precipitazioni nevose in Appennino, che potrebbero localmente sconfinare sul lato marittimo, anche sull’immediato retrocosta di Genova. Calo termico progressivo, probabile una “pausa” sabato 24. E da domenica 25 clima da brividi con il gelo pesante, quasi “pellicolare” al suolo, seguito come detto da nevicate anche copiose.


Loading...

Lascia il tuo commento:

commenti