ULTIME NOTIZIE

Anche il premio Nobel Rubbia smentisce l’effetto serra e fa fare una figuraccia ai politici presenti.

Condivisioni 6

L’ignoranza è una brutta bestia, specialmente se chi amministra per noi, decide per noi, è ignorante.

Inutile sottolineare la pessima qualità dei cervelli che dominano la politica italiana e mondiale. Siamo governati male e per risolvere un problema mondiale come l’emissione della CO2, la famosa anidride carbonica, servono misure speciali come l’adozione immediata dell’idrogeno.

L’idrogeno si può ricavare anche dal gas naturale e con l’uso di clatrati la componente carbonio può essere intrappolata e resa solida evitando di farla entrare in atmosfera.

Il clatrato (wikipedia), conosciuto anche come composto a gabbia, è un composto di inclusione in cui le molecole ospiti si trovano all’interno di una gabbia formata dalle molecole ospitanti o da un reticolo di molecole ospitanti. Il termine deriva dal latino clatratus che significa chiuso con inferriata.

Tra i clatrati si annoverano in particolare i clatrati idrati, un tipo di idrati in cui un reticolo formato da molecole di acqua racchiude molecole di gas intrappolate al suo interno. Grandi quantità di metano allo stato solido sono state scoperte sotto questa forma sia nel permafrost che sotto il letto oceanico, dove le condizioni di pressione e temperatura favoriscono la formazione di questi composti.

I clatrati sono frutto della chimica ospite/ospitante e possono essere ottenuti sfruttando molecole ospitanti quali urea, tiourea, idrochinone, eteri corona, ciclodestrina, criptandi ecc. I clatrati formati dall’urea sono stati utilizzati per la separazione selettiva delle paraffine: cristallizzando l’urea forma canali di 0,53 nm di diametro in cui possono essere ingabbiate solamente le n-paraffine; successivamente, dissolvendo la struttura cristallina, si ottiene il rilascio delle n-paraffine. I ricercatori hanno iniziato a studiare i clatrati di silicio e germanio per possibili applicazioni come semiconduttori e superconduttori. (fonte)


Loading...
Condivisioni 6

Lascia il tuo commento:

commenti