ULTIME NOTIZIE

A cosa sono dovuti quei 45.000 italiani morti? Con chi siamo in guerra?

Condivisioni 5

“Il numero è impressionante. Ma ciò che lo rende del tutto anomalo è il fatto che per trovare un’analoga impennata della mortalità, con ordini di grandezza comparabili, si deve tornare indietro sino al 1943 e, prima ancora, occorre risalire agli anni tra il 1915 e il 1918”, scrive sul sito di demografia Neodemos il professor Gian Carlo Blangiardo.

“Certo, si tratta di dati provvisori, ma negli anni scorsi l’Istat ha sempre confermato alla fine dell’anno i numeri pubblicati mensilmente. Magari ci saranno correzioni, ma nell’ordine di alcune centinaia di casi. L’unità di grandezza che ci aspetta è quella”, chiarisce il docente.

Nel 2013 e nel 2014, tra l’altro, il numero dei morti era calato, ma sempre di poco: mai si erano raggiunte percentuali in doppia cifra.

IL MORTIFERO TRATTAMENTO DELLE MASSE A BASE DI SCIE CHIMICHE E CAMPI ELETTROMAGNETICI SEMPRE PIU’ INTENSI FUNZIONA!
IN ITALIA LA MEDIA MENSILE DEI DECESSI E’ AUMENTATA LO SCORSO ANNO DEL 10%.

Insomma un bel mix di pessima sanità preventiva, liste d’attesa impossibili, inquinamento atmosferico e idrico, vaccini al mercurio e nano-particolato per giovani ed anziani…

Lo sterminio è iniziato i dati parlano chiaro, non si tratta più di complottismo, ma di un vero sterminio ai danni delle popolazioni mondiali. Fonte


Loading...
Condivisioni 5

Lascia il tuo commento:

commenti