ULTIME NOTIZIE
loading...
loading...

Trovano una valigia smarrita e quello che si è presentato davanti agli occhi degli agenti ha dell’incredibile

Una valigia abbandonata sul marciapiede del secondo binario della stazione di Alto Reno (Bologna) sta creando il panico tra i cittadini: il bagaglio e il suo contenuto, infatti, risalgono agli anni ’60.

Una settimana fa un capotreno si è accorto della “valigia sospetta”. Si è avvicinato e ha notato subito che c’era qualcosa di strano. Così, dopo essersi accertato che nessuno avesse perso questa valigia, l’ha presa e l’ha portata dalla polizia ferroviaria. Appurato che il contenuto non era pericoloso, il bagaglio è stato aperto rinvenendo al suo interno vestiti da bambina perfettamente conservati e puliti risalenti gli anni Sessanta.

La polizia, pensando che qualcuno avesse perso questa valigia, ha subito comunicato alla stampa locale l’accaduto, ma nessuno è mai andato a reclamarla. Così gli agenti hanno deciso di pubblicare sul loro profilo ufficiale di Facebook un appello: “La valigia è ben tenuta ma risale agli anni ’60, come anche il suo contenuto, vestitini da neonata, puliti, piegati e ordinati, divisi per sacchetti. Tutto però di moda negli anni ’60, appunto. Ma nuovi, come se fossero comprati ieri e riposti con cura come farebbe una mamma con gli abiti della sua bimba. È passata una settimana e la valigia è ancora custodita negli uffici della Ferroviaria”.

Il messaggio sul social si conclude spiegando agli utenti che le telecamere non hanno ripreso nessuno che trasportava quella valigia, “il bagaglio sembra comparso dal nulla“. Il mistero si infittisce giorno dopo giorno e quella che sembrava essere una banale distrazione sta diventando un giallo dai contorni soprannaturali.

Lascia il tuo commento:

commenti